L’onda verde della mobilità elettrica è già partita,in Italia le cose stanno per cambiare

chat-con-promozione-copertina
Una chat per essere ancora più presenti
2 Settembre 2019
Ecco le novità del testo definitivo del Decreto FER1
23 Settembre 2019

Sull’onda della nuova consapevolezza eco-sostenibile che si sta diffondendo dal basso, il settore della mobilità è chiamato a dare delle risposte.

Anche in Italia, di certo non tra i primi Paesi europei per numero di auto elettriche, le cose stanno cambiando, e il mercato delle autovetture elettriche è in crescita. Non pensiamo solo alle 4 ruote: la mobilità elettrica riguarda anche biciclette elettriche e monopattini a batterie.

Sulle linee guida dettate dalle eco-sostenibilità, si inizia a parlare sempre più di Smart City e Smart Mobility come via percorribile per migliorare la qualità della vita e cercare di ridurre l’impatto ambientale. In quest’ottica si può leggere l’impegno da parte delle istituzioni e del settore auto-motive per uno sviluppo della mobilità elettrica, che è destinata a crescere vistosamente da qui a un paio di anni. 

 

Le resistenze al passaggio alla mobilità elettrica

Le difficoltà che vengono riscontrate nel passaggio ad una maggiore mobilità elettrica sono tuttavia ancora non poche:

  • Il costo poco concorrenziale è senza dubbio il primo freno all’acquisto di modelli a batteria
  • Lo scarso numero di colonnine per la ricarica elettrica, nonostante da qui a un paio di anni siano previste implementazioni nel numero su tutto il territorio nazionale
  • La poca autonomia dell’auto elettrica, anche se questo è più un problema di percezione in quanto la maggior parte delle persone effettua spostamenti quotidiani inferiori ai 30 km; solo una piccola parte degli automobilisti ha necessità di effettuare lunghe percorrenze giornaliere
  • I lunghi tempi di ricarica, ma anche qui si tratta più di una questione di abitudine che un problema reale, in quanto un’automobile rimane ferma la maggior parte del tempo (di notte ad esempio o nell’orario di lavoro), durante il quale è possibile ricaricare adeguatamente il veicolo

 

Gli incentivi per la mobilità a zero emissioni

Per favorire la transizione verso una mobilità a zero emissioni, le Legge di Bilancio 2019 ha introdotto per il triennio 2019-2021:

  • Una detrazione fiscale per le nuove installazioni di infrastrutture di ricarica ad uso privato (le classiche colonnine per la ricarica che possono funzionare anche ad energia solare) fino a 3.000€
  • Incentivi per l’acquisto di auto elettriche fino a 6.000€
  • Una Eco-Tassa per “scoraggiare” l’acquisto di veicoli inquinanti che può arrivare anche a 2.500€

L’Italia non è “virtuosa” come la Norvegia, in cui sono previsti incentivi come l’esenzione dall’imposta sull’acquisto, dall’IVA, dalla tassa di circolazione e dai pedaggi, ma da qui a qualche anno le cose sono destinate a cambiare

 

 

E-Mob: la Conferenza della Elettro-Mobilità partita dal basso

 

fiera mobilità elettrica

 

La prima Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica è stata organizzata in Italia nel 2017, grazie alla sottoscrizione da parte di alcune città come Milano, Bologna e Firenze di un’intesa per guidare la transizione dalla mobilità tradizionale a quella ad emissioni basse o nulle. Questa intesa oggi conta più di 100 comuni sopra i 20.000 abitanti tra i firmatari.

Anche FIAT, storicamente restìa alla produzione di automobili elettriche, è intenzionata a dare una svolta, aderendo come Gruppo FCA alla fiera E-Mob 2019 che si terrà a Milano. Il fatto che l’azienda automobilistica nazionale si sia decisa a puntare sull’elettrico, è sintomo di una “scossa” di coscienze in un Paese come l’Italia in cui le auto a batteria non godono ancora di molta fortuna. 

 

 

Richiedi un Preventivo

DATI GENERALI (obbligatori)


OBIETTIVO AZIENDALE

Risoluzione consumi energeticiAdozione nuove tecnologie nell'ambito energeticoMonitoraggio salubrità degli ambienti aziendaliAccesso ai fondi previsti dal piano Industria 4.0Accesso a meccanismi incentivantiFormazione del personaleInstallazione sistemi LEDControllo della correttezza degli importi fatturatiAltro

Hai mai effettuato una diagnosi energetica?

Fra il tuo personale c'è qualcuno formato sulla gestione ambientale ed energetica?

Hai mai effettuato controlli su:

Efficienza dei sistemi ad aria compressaRendimento impianti fotovoltaiciPresenza inquinanti indoorConsumo del sistema di illuminazioneAltro


Nella tua attività sei interessato a sfruttare i vantaggi offerti da:

Contratti con garanzia sul risparmio (EPC)Certificati bianchiConto termico 2.0Incentivi Industria 4.0


COME PREFERISCI ESSERE CONTATTATO?


VUOI LASCIARE UN COMMENTO?


Consento al trattamento dei miei dati personali come specificato nella privacy policy eost.it/privacy-policy/

×