Bando 2020-2022: contributi per diagnosi energetica e ISO 50001 a favore delle PMI della Lombardia

decreto clima
Il Decreto Clima approvato dal Parlamento è diventato legge
16 Dicembre 2019
energia-elettrica-covid-19
Settore energetico e Covid-19: quali sono state le ripercussioni?
17 Aprile 2020
Show all

Ritornano i finanziamenti a fondo perduto per le piccole e medie imprese situate in Lombardia.

La Regione Lombardia e il Ministero dello Sviluppo Economico ripropongono anche per quest’anno i contributi in sostegno dell’efficientamento energetico delle PMI.

L’obiettivo è di incentivare le piccole e medie imprese ad attuare misure per migliorare l’efficienza energetica in una o più delle sedi operative situate in Lombardia, fino a un massimo di dieci, in cui l’impresa svolge la propria attività.

Il bando è rivolto alle PMI la cui attività comporta notevoli consumi energetici pur senza rientrare nella definizione di impresa energivora* di cui al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 21.12.2017. 

*Nel caso di imprese energivore saranno coperti solamente i costi per l’adozione del sistema di gestione dell’energia 50001

 

Un’ottima occasione per migliorare l’efficienza energetica della propria azienda sfruttando i contributi che lo stato e la regione Lombardia ci mettono a disposizione.

 

Scopriamo insieme i punti principali del Bando

 

Termini delle domande

La domanda di partecipazione al bando deve essere presentata a partire dalle ore 10:00 del 24/02/2020 ed entro le ore 16:00 del 31/03/2022

 

Risorse messe a disposizione

La dotazione finanziaria complessiva del bando è pari a € 2.238.750,00.

 

Soggetti beneficiari

  • Piccole e Medie imprese con sede in Lombardia
  • Imprese con codice ATECO B (Estrazione di minerali da cave e miniere) o C (Attività manifatturiere)
  • PMI regolarmente costituite da almeno due anni ed iscritte nel Registro delle imprese alla data in cui è presentata la domanda di contributo oggetto del bando

 

Interventi coperti dai finanziamenti

  • Diagnosi energetica che dovrà essere completata entro 4 mesi dall’assegnazione del contributo e dovrà essere redatta in conformità dei criteri di cui all’allegato 2 del d.lgs. 102/2014. Inoltre, entro 24 mesi dalla data di consegna all’impresa del rapporto di diagnosi, dovrà essere realizzato almeno un intervento di efficientamento energetico tra quelli suggeriti dalla diagnosi.
  • Adozione della norma ISO 50001, il certificato di conformità dovrà essere rilasciato da un organismo terzo, indipendente e accreditato entro 28 mesi dall’assegnazione del contributo. In aggiunta il certificato dovrà riguardare l’intera sede operativa e non essere circoscritto ad una sola filiera produttiva.

*Le imprese energivore possono richiedere il contributo solamente per l’adozione del Sistema di Gestione ISO 50001

 

Spese ammissibili

Le voci di costo che rientrano nel contributo sono:

a) Diagnosi energetica

  • incarico a tecnici esperti, esterni all’impresa, per la redazione della diagnosi energetica
  • eventuale installazione di software o altri dispositivi per la misurazione analitica e dinamica dei consumi energetici della sede produttiva.

b) Adozione del sistema di gestione conforme alla ISO 50001

  • Costo della certificazione di conformità alla norma ISO 50001, rilasciata da un organismo terzo, indipendente e accreditato
  • Costo per prestazioni di consulenza, con incluso:
    • eventuale supporto successivo all’acquisizione del certificato di conformità, al fine di facilitare il mantenimento a regime delle modalità di gestione del fabbisogno energetico;
    • eventuale costo per la formazione al personale, sul contenimento dei consumi energetici;
    • eventuale costo per l’acquisto di software e di altri dispositivi per la raccolta, la misurazione e l’analisi dei dati, allo scopo di monitorare e migliorare l’efficienza energetica.

 

Caratteristiche del contributo e limiti

Il bando si riferisce ad un contributo a fondo perduto che copre il 50% delle spese ammissibili sostenute (al netto di IVA), ed è erogato in unica tranche in seguito a rendicontazione. I limiti dell’agevolazione per gli interventi sono relativi a ciascuna sede operativa per cui si richiede il contributo (fino ad un massimo di 10):

  • Per la diagnosi energetica il contributo massimo è: € 8.000,00
  • Per l’adesione a ISO 50001 è: € 16.000,00

 

Richiedi un Preventivo

    DATI GENERALI (obbligatori)


    OBIETTIVO AZIENDALE

    Risoluzione consumi energeticiAdozione nuove tecnologie nell'ambito energeticoMonitoraggio salubrità degli ambienti aziendaliAccesso ai fondi previsti dal piano Industria 4.0Accesso a meccanismi incentivantiFormazione del personaleInstallazione sistemi LEDControllo della correttezza degli importi fatturatiAltro

    Hai mai effettuato una diagnosi energetica?

    Fra il tuo personale c'è qualcuno formato sulla gestione ambientale ed energetica?

    Hai mai effettuato controlli su:

    Efficienza dei sistemi ad aria compressaRendimento impianti fotovoltaiciPresenza inquinanti indoorConsumo del sistema di illuminazioneAltro


    Nella tua attività sei interessato a sfruttare i vantaggi offerti da:

    Contratti con garanzia sul risparmio (EPC)Certificati bianchiConto termico 2.0Incentivi Industria 4.0


    COME PREFERISCI ESSERE CONTATTATO?


    VUOI LASCIARE UN COMMENTO?


    Consento al trattamento dei miei dati personali come specificato nella privacy policy eost.it/privacy-policy/

    ×