Chi è l’Energy Manager e quale il suo ruolo.

rendimento-impianto-fotovoltaico Brescia
Fotovoltaico: un bene per il Pianeta, un bene per le tasche. Ma conosci il reale rendimento del tuo impianto?
15 giugno 2017
smart-mobility-smart-city
Smart mobility, smart city e il ruolo dell’illuminazione LED
11 luglio 2017
ruolo-energy-manager

Una figura molto importante per le aziende energivore, e non solo, è quella dell’energy manager. Approfondiamo di che cosa si tratta e come questa funzione può agevolare le imprese nel risparmio energetico.


Chi è l’energy manager?

Con il termine energy manager, o tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, si definisce una professionista che offre consulenza nell’ambito dell’analisi, monitoraggio ed efficientamento delle fonti di energia utilizzate da un’impresa, sia pubblica che privata.

Questa figura professionale, altamente specializzata, permette alle aziende di perseguire scopi di efficientamento e risparmio energetico, fornendo soluzioni per il contenimento dei costi e per l’uso di fonti di energia alternative, il cui utilizzo è spesso finanziato da fondi locali o europei.  

 

Qual è il ruolo dell’energy manager all’interno delle aziende?

La legge italiana è molto chiara su quali siano i ruoli dell’energy manager. Citiamo l’art. 19 della legge 10/1991, comma 3

I responsabili per la conservazione e l’uso razionale dell’energia individuano le azioni, gli interventi, le procedure e quanto altro necessario per promuovere l’uso razionale dell’energia, assicurano la predisposizione di bilanci energetici in funzione anche dei parametri economici e degli usi energetici finali, predispongono i dati energetici di cui al comma 2 [ossia i dati comunicati all’atto della nomina]”.

 

Quali sono i soggetti obbligati alla nomina dell’energy manager?

Le grandi aziende dette energivore, ovvero le aziende caratterizzate da consumi superiori ai 10.000 tep/anno e le realtà del settore civile, terziario e trasporti che presentino una soglia di consumo superiore a 1.000 tep/anno sono tenute a nominare ufficialmente un energy manager.

Nel caso delle aziende pubbliche, l’intervento dell’energy manager è obbligatorio in quanto tecnico di controparte incaricato di monitorare lo stato dei lavori e la corretta esecuzione delle prestazioni previste dai contratti di Servizio Energia.

Le altre tipologie di aziende non sono tenute per legge a consultare l’energy manager, tuttavia sempre più realtà si rivolgono in maniera volontaria a questa figura professionale per i numerosi vantaggi economici, fiscali e ambientali che si ottengono con un corretto uso dell’energia.

 


EOST, con i suoi tecnici altamente formati, ricopre il ruolo di energy manager per importanti realtà industriali. Rivolgiti a noi per qualsiasi esigenza.

 

Richiedi un Preventivo

DATI GENERALI (obbligatori)


OBIETTIVO AZIENDALE

Risoluzione consumi energeticiAdozione nuove tecnologie nell'ambito energeticoMonitoraggio salubrità degli ambienti aziendaliAccesso ai fondi previsti dal piano Industria 4.0Accesso a meccanismi incentivantiFormazione del personaleInstallazione sistemi LEDControllo della correttezza degli importi fatturatiAltro

Hai mai effettuato una diagnosi energetica?

Fra il tuo personale c'è qualcuno formato sulla gestione ambientale ed energetica?

Hai mai effettuato controlli su:

Efficienza dei sistemi ad aria compressaRendimento impianti fotovoltaiciPresenza inquinanti indoorConsumo del sistema di illuminazioneAltro


Nella tua attività sei interessato a sfruttare i vantaggi offerti da:

Contratti con garanzia sul risparmio (EPC)Certificati bianchiConto termico 2.0Incentivi Industria 4.0


COME PREFERISCI ESSERE CONTATTATO?


VUOI LASCIARE UN COMMENTO?


Consento al trattamento dei miei dati personali come specificato nella privacy policy eost.it/privacy-policy/

×